La Magnolia catering nasce nel 2000 come cooperativa sociale di tipo B, con il sostegno di un progetto finanziato dall’Unione Europea volto a favorire l’occupazione femminile. Inizialmente più dell’80% dei soci lavoratori era costituito da donne che, in questo modo, hanno trovato l’occasione per un rientro nel mondo lavorativo dopo un periodo di assenza per diversi motivi.

Sin dagli inizi La Magnolia ha stabilito il suo centro cottura presso la struttura di via Arioli Dolci di Treviolo. Inoltre aveva aperto anche una lavanderia a Gorle, come ulteriore servizio socio-occupazionale per soggetti svantaggiati. In particolare, la scelta è stata quella di accogliere persone in disagio psichico.

Negli anni successivi, per la vicinanza e la condivisione di intenti, La Magnolia ha stretto legami sempre più stretti con la cooperativa Servire, fino ad entrarne a far parte, costituendo così un unico soggetto imprenditoriale.

A fine 2014, con la fusione delle cooperative Servire e Namasté, è divenuta un servizio della nuova cooperativa sociale Namasté: un’organizzazione che oggi ha un fatturato di quasi sei milioni di euro, ha nel proprio organico circa 250 persone e quotidianamente ha in cura circa 700 persone.